INDIETRO

L’opportunità della Mobile Economy

Oggi più che mai ci rendiamo conto che il business del mobile e delle relative applicazioni è in forte espansione e crescita, adattandosi continuamente ai cambiamenti di abitudini delle persone e all’evoluzioni nella gestione del lavoro. Se da un lato, il mercato del mobile è in una fase del ciclo di vita matura lasciando gradualmente il posto a futuri business in espansione, dall’altra l’economia che gira attorno a questo mercato attira fortemente investitori e imprenditori alla ricerca di innovative opportunità.   

La cosiddetta Mobile Economy racchiude in sé un vasto panorama di diverse tipologie di mercati, che vanno dallo sviluppo di mobile App alle più disparate forme di Mobile Advertising. In uno scenario globale che si è rapidamente digitalizzato, l’Economia del Mobile prospera e si evolve, trainata dalla diffusione sempre più capillare nella popolazione di mobile device. 

Questo panorama offre opportunità da non sottovalutare per le aziende. Sono prosperate negli ultimi anni, infatti, numerose start up nel business del Content & Apps. Tuttavia, anche per le aziende già avviate da tempo, la mobile economy rappresenta la reale opportunità di rivedere e rendere più efficienti i propri sistemi di customer success management e trovare un canale di comunicazione diretto con i clienti. Ovviamente non senza sforzo, questo passo comporta nuove sfide e investimenti per gli IT aziendali.  

C’è infatti un primo e complesso periodo di “Sviluppo e Testing” per verificare la reale efficacia ed usabilità dell’App, che deve comunque tener conto della necessità di un aggiornamento continuo e dinamico per adattarsi alle nuove ed emergenti esigenze da supportare. Non solo, bisogna tenere in considerazione le diverse tipologie di App esistenti (Native vs Web-browser), i diversi dispositivi mobile e le condizioni di rete.  

Una volta pronta per il lancio e la diffusione sul mercato, bisogna promuoverla e implementare campagne integrate di comunicazione efficaci e dirette al giusto target. L’offerta è ancora più ampia della domanda al giorno d’oggi, la strategia di comunicazione deve essere quindi mirata e coerente, mettendo in risalto il proprio valore aggiunto rispetto all’offerta dei competitor.  

Fondamentale, una volta in commercio, il monitoraggio delle prestazioni dell’App per poter sempre di più migliorare l’esperienza d’uso dell’utente finale, chiave fondamentale del successo o insuccesso di un’App. Per quanto, infatti, sia complessa l’implementazione di App e comporti non pochi investimenti per produrla, la vera chiave per rendere l’App fruibile dai propri clienti sta nel porsi nel loro stesso punto di vista. Per svolgere quali attività utilizzano l’App? Quali funzionalità usano maggiormente e quali meno? Quanto tempo vi dedicano? Al giorno d’oggi fortunatamente la tecnologia ci offre numerosi strumenti per poter rispondere a queste domande, identificando i problemi reali e potenziali di tutta l’intera delivery chain dell’applicazione. È importante sempre tener a mente che questo mercato è regolato da logiche nuove: quando l’utente/cliente segnala una problematica è già troppo tardi per correre ai ripari, bisogna quindi saper anticipare i diversi bisogni ed esigenze futuri, da qui l’importanza del monitorare le azioni dei clienti. 

Alla base di tutto questo, il tema della sicurezza e privacy risulta un aspetto fondamentale di cui tener conto. La quantità di dati sensibili processati sui mobile device ha portato gli enti internazionali ad istituire norme e regolamenti per tutelarli e poterne usufruire in maniera sicura. La garanzia di privacy e protezione dei propri dati è diventata una necessità imprescindibile, che ci si interfacci con consumatori finali o con aziende clienti, fondamentale per istituire rapporti di fiducia e a lungo termine.  

Anche Eusoft ha voluto cogliere quest’opportunità e negli anni ha sviluppato Eusoft.Lab in versione Mobile App, per poter rendere fruibile la gestione delle attività e dei dati del laboratorio in qualsiasi momento e da qualsiasi luogo. Se vuoi saperne di più, visita la nostra pagina Eusoft.Lab.