INDIETRO

La transizione digitale della comunicazione

La transizione digitale della comunicazione

Gli avvenimenti degli ultimi anni, in particolar modo la crisi sociale ed economica scatenata dalla pandemia di Covid19, hanno trasformato l’approccio delle aziende nei confronti dei propri clienti e target di riferimento, non solo nel B2C, ma soprattutto in ambito B2B.

La trasformazione digitale, che già prima della pandemia era la cifra distintiva delle aziende più innovative, ha subìto una vera e propria accelerazione nell’ultimo anno e mezzo, stravolgendo le metodologie di lavoro e abbattendo le barriere, anche in tema di comunicazione. Quest’ultima, già in costante cambiamento ed evoluzione con l’avvento del web e dei social media, ha sicuramente subito un forte boost verso una vera e propria transizione digitale, trasportando nel mondo virtuale tutta la comunicazione un tempo tangibile.

I webinar e gli eventi online sono sicuramente l’esempio più chiaro di questo fenomeno, seppur con estreme differenze rispetto agli eventi fisici.

Ovviamente gli eventi fisici continueranno ad esistere, avendo in sé una forte componente esperienziale per lo spettatore. Tuttavia, la crescita della digitalizzazione nel mondo della comunicazione ha consentito alle aziende più all’avanguardia di acquisire un vantaggio competitivo attraverso lo sviluppo di nuove forme di content strategy, che basano il proprio punto di forza sul contenuto stesso della comunicazione.

Molti però sono i fattori e le tendenze che ne influenzano la sua efficacia come, per esempio, la sovraesposizione delle persone alla comunicazione, bombardate costantemente da messaggi offline e in particolar modo online. In quest’ottica “Content is king”, ovvero la sostanza del contenuto, è fondamentale e deve essere adatta all’audience alla quale si comunica il contenuto stesso.

Per tutti i motivi sopra esposti gli eventi digitali non sono semplici versioni online di quelli fisici, ma devono avere dietro una strategia di contenuto mirata.

Eusoft, che da sempre crede nel valore dell’innovazione digitale e che vanta già una lunga esperienza in tema di eventi online, quest’anno ha deciso di mettere in campo tutto il proprio expertise per portare on-line il lancio del nuovo LIMS Eusoft.Lab 11, tenutosi lo scorso 22 giugno.

Un evento ad alto impatto, il cui successo è testimoniato dai numeri: 456 visualizzazioni worldwide, oltre 70 aziende partecipanti e numerosi vantaggi per tutti i fruitori:

  • Live streaming: per un’esperienza in cui lo spettatore è al primo posto, con l’obiettivo di mantenere interesse ed engagement alti;
  • Contenuti on-demand: sviluppo di contenuti complementari fruibili per un periodo di tempo più lungo dell’evento in sé;  
  • Accessibilità illimitata, un tempo limitata dalla partecipazione fisica ad un evento e dall’implicito spostamento fisico per parteciparvi;
  • Durabilità: i contenuti e l’esperienza possono essere resi disponibili online senza limiti di tempo;
  • Responsabilità ambientale: l’assenza di partecipazione fisica comporta un impatto notevole positivo sull’ambiente, grazie alla mancata necessità di spostamento.

Se hai perso l’evento in diretta, puoi rivedere i contenuti e gli highlights a questo link: