INDIETRO

Come un LIMS riduce il rischio contaminazione dell’acqua

In questo articolo affronteremo un argomento che può riguardare tutti i nostri lettori: Come un LIMS riduce il rischio contaminazione dell’acqua.

L’acqua è essenziale per tutti gli aspetti della vita. L’acqua dolce è importante per il consumo umano, le attività domestiche quotidiane, l’agricoltura e le attività industriali. Miliardi di persone in tutto il mondo non hanno accesso all’acqua potabile. L’acqua contaminata può provocare varie malattie e mette a repentaglio la salute pubblica. Le industrie chimiche e le pratiche agricole sono le principali fonti di contaminazione dell’acqua. L’acqua può contenere contaminanti inorganici, organici, biologici e radiologici. I laboratori di analisi dell’acqua svolgono un ruolo cruciale nell’analisi qualitativa e quantitativa dell’acqua potabile. Devono essere in grado di rilevare una miriade di contaminanti nell’acqua potabile.

Contaminanti più comuni nell’acqua potabile

Le proprietà chimiche dell’acqua ne governano la qualità. La presenza di contaminanti può rendere l’acqua altamente pericolosa per il consumo. Alcuni dei contaminanti comuni sono i seguenti:

  1. Arsenico: La presenza di arsenico nell’acqua potabile è nota per causare il cancro. Oltre a vari tipi di tumori, tra cui i tumori del polmone e della pelle, l’arsenico è anche noto per causare effetti sulla salute come ipercheratosi, malattie vascolari periferiche e problemi digestivi;
  2. Fluoro: l’alta concentrazione di fluoro nell’acqua potabile causa problemi dentali, come la fluorosi dentale e la chiazzatura dei denti. Un’alta concentrazione di fluoruri può anche portare a fluorosi scheletrica, aumentando il rischio di fratture;
  3. Selenio e uranio: Il consumo eccessivo di selenio può portare a problemi di salute fisica come la perdita di capelli e unghie deboli. Provoca anche cambiamenti nel sistema nervoso periferico. L’uranio si trova nelle acque sotterranee e tende a causare malattie renali;
  4. Nitrati: I nitrati nell’acqua sono il risultato di rifiuti agricoli che vengono rilasciati nell’acqua. La presenza di nitrati è più dannosa per bambini e neonati. Può portare a metaemoglobinemia nei bambini. La metaemoglobinemia è un disturbo fatale che si traduce in bassi livelli di ossigeno nel sangue.
  5. Acido perfluoroottanoico (PFOA) e acido perfluoroottanosolfonico (PFOS): si tratta di sostanze chimiche artificiali comunemente utilizzate nella produzione di prodotti, come carta, vernici ed elettronica. Le industrie manifatturiere rilasciano i loro rifiuti industriali nell’acqua, disturbando l’equilibrio ambientale. La presenza di questi acidi nell’acqua può causare malattie come il cancro, il fegato e gli effetti immunitari.

Altri metalli noti per essere dannosi, se presenti al di sopra del limite consentito nell’acqua potabile, sono alluminio, ferro, rame e cadmio.

I contaminanti organici, come pesticidi, composti organici volatili (COV) e coloranti, sono dannosi per l’ambiente e per la salute umana. L’esposizione a livelli non sicuri di questi contaminanti può portare a cancro, disturbi del sistema nervoso e malattie renali negli esseri umani.

Contaminanti biologici come batteri e microrganismi sono naturalmente presenti nell’acqua. Alcuni batteri nocivi comuni presenti nell’acqua potabile non trattata sono E. coli e Legionella pneumophila. I microrganismi, come Cryptosporidium e protozoi, sono anche comunemente noti per causare gravi problemi di salute come diarrea, crampi allo stomaco, nausea, affaticamento, disidratazione e mal di testa nei neonati e negli adulti.

La presenza di materiali radioattivi nell’acqua di solito proviene da rifiuti industriali e può causare malattie dannose, come il cancro.

Ruolo dei laboratori di analisi dell’acqua

I laboratori di analisi dell’acqua assicurano la qualità dell’acqua potabile attraverso test accurati e affidabili. Tuttavia, affrontano numerose sfide su base giornaliera. Ciò include la gestione di un gran numero di campioni e test, l’automazione dei flussi di lavoro, la riduzione dei tempi di consegna e il rispetto dei requisiti normativi. I laboratori di analisi delle acque hanno bisogno di un solido sistema di gestione dei dati e della qualità per superare le sfide operative e seguire i requisiti normativi, come NELAP, ISO / IEC 17025.
Un sistema di gestione delle informazioni di laboratorio (LIMS) aiuta a garantire l’affidabilità e la qualità dei risultati dei test. Un LIMS aiuta a gestire campioni e risultati dei test, semplificare i processi QA/QC e digitalizzare i flussi di lavoro operativi. Un LIMS dell’acqua segnala i risultati dei test fuori specifica se un campione supera i limiti normativi di vari contaminanti. Aiuta a generare certificati di analisi (CoA) secondo i requisiti normativi e dei clienti.

Conclusione

L’acqua potabile dovrebbe essere priva di contaminanti e microrganismi per la sicurezza pubblica. Sia i paesi sviluppati che quelli in via di sviluppo hanno aumentato le attività agricole e industriali per lo sviluppo economico. Tuttavia, ciò influisce sulla qualità dell’acqua e pone rischi per la salute pubblica. I contaminanti nell’acqua potabile sono dannosi per la salute e il benessere delle persone. Non solo influiscono sulla salute, ma disturbano anche l’equilibrio ambientale. L’onere della sicurezza pubblica spetta ai laboratori di analisi dell’acqua. I laboratori di analisi dell’acqua dovrebbero generare risultati di test accurati e validi per segnalare campioni di acqua contaminata. I laboratori devono implementare un robusto LIMS per l’acqua per automatizzare i loro processi e soddisfare gli standard di qualità. Un LIMS consente ai laboratori di analisi dell’acqua di superare gli ostacoli operativi, soddisfare i requisiti normativi e amplificare la produttività.

Scopri come Eusoft.Lab può contribuire a rendere i controlli sull’acqua potabile più efficienti. Richiedi una Demo cliccando qui